Il mio programma elettorale


PMI & Imprenditori

  • Creazione di un fondo di garanzia regionale per le imprese in stato di sofferenza economica/ crisi di liquidità (due diligence a carico dell’azienda ) -> strumenti utilizzabili Confiidi e Unionfidi => finalità: evitare la liquidazione e chiusura delle imprese a causa di pagamenti non incassati o per difficoltà di accesso al credito;
  • Creazione di un fondo regionale per il sostegno economico delle startup intraprese da giovani in situazioni di disagio economico => erogazione di un contributo a fondo perduto di Euro 5.000 utile ad sostenere l’imprenditorialità riguardante i giovani dai 18 ai 35 anni con ISEE pari o inferiore da euro 15.000 annui;
  • Detassazione totale triennale delle imposte regionali per le imprese che assumono giovani, dai 18 ai 35 anni, con contratti a tempo indeterminato.

P.IVA & Liberi professionisti 

  • Creazione di un fondo di garanzia regionale di sostegno al P.IVA finalizzato alla copertura del 50% delle fatture emesse e non pagate dai clienti per commesse e mansioni svolte => finalità: aiutare i liberi professionisti che si trovano in stato d’impossibilità nel farsi corrispondere gli importi spettanti a causa di dichiarato e conclamato stato di irreperibilità ed insolvenza del cliente. Termine temporale per poter accedere al fondo: 4 mesi dall’emissione della fattura. Gli aderenti al fondo dovranno dimostrare, tramite certificazione documentale, che il percorso di recupero del credito nei confronti del cliente, tramite azione giudiziale, sarebbe nullo;
  • Detassazione totale biennale dell’addizionale regionale IRPEF per le P.Iva che hanno un reddito annuale fino ad € 28.000,00 ==> finalità: sostenere il potere di spesa dei liberi professionisti, al fine di generare un conseguente e potenziale incremento dei consumi interni;

Lavoro Giovanile

  • Aumento del compenso minino per i tirocini extracurriculari formativi e di orientamento, nello specifico:
    • € 450,00 lordi al mese per un part-time di 20 ore;
    • € 800,00 per un full-time di 40 ore.
  • Detassazione totale biennale delle imposte regionali sui tirocini extracurriculari formativi e di orientamento.

Tutela animali

  • Assistenza veterinaria di base gratuita – erogata dalle strutture veterinarie private convenzionate con la Regione Piemonte – per la cura degli animali d’affezione i cui proprietari rientrano in una fascia socio-economica debole, nonché per gli animali adottati da canili sanitari, colonie feline o strutture rifugio.La consapevolezza maturata negli ultimi decenni dalla nostra società che gli animali, di qualunque specie, sono esseri senzienti e in quanto tali portatori di diritti, implica un’assunzione di responsabilità etica da parte delle istituzioni pubbliche in primis, le quali devono adottare gli opportuni provvedimenti al fine di assicurare il rispetto dei diritti degli animali.le prestazioni di assistenza veterinaria di base proposte:
  • le visite veterinarie pre-adozione di animali d’affezione;
  • l’inoculazione del microchip e la contestuale registrazione in Anagrafe regionale degli animali d’affezione;
  • la sterilizzazione dei soggetti femmina;
  • le vaccinazioni veterinarie;
  • il primo soccorso veterinario in seguito a incidenti, con particolare riguardo a incidenti stradali e il primo intervento veterinario in caso di intossicazione, avvelenamento, ecc;
  • la soppressione eutanasica e le modalità di smaltimento della carcassa, in conformità alle normative vigenti.

N.B. Successivamente all’approvazione del progetto di legge proposto deve essere disposto un regolamento attuativo a cura della Giunta della Regione Piemonte per definire i criteri socio-economici di ammissione al beneficio dell’assistenza veterinaria di base gratuita e le modalità operative della rete delle strutture veterinarie regionali aderenti.

b. Proposta legislativa finalizzata alla proibizione della pratica dell’accattonaggio esibendo animali;

c. Proposta legislativa finalizzata alla proibizione dell’utilizzo degli animali come premio o regalo per giochi, feste e sagre, lotterie, sottoscrizioni o altre attività;

d. Introduzione di incentivi a favore di un’agricoltura a debole impatto ambientale ( biologica, integrata ecc.) e tutela del paesaggio agricolo tradizionale e della sua diversificazione. Sensibilizzazione a favore di un’alimentazione equilibrata e con un ridotto consumo di alimenti di origine animale;

e. Introduzione di disincentivi all’utilizzazione di prodotti agricoli alimentari quali fonti per la produzione di energia;

f. Disincentivazione al consumo di alimenti di origine animale (compresa razza piemontese denominata fassone) ed incentivazione all’utilizzo di forme di alimentazione più sane ed a minor impatto ambientale;

g. Introduzione dell’obbligo per le mense di proporre sempre un menù vegetariano/vegano;

h. Introduzione della videosorveglianza obbligatoria degli allevamenti zoo tecnici ed macelli;

i. Realizzazione e diffusione di programmi informativi ed educativi, presso la scuola primaria, sulla conoscenza ed il rispetto degli animali; promozione di campagne di informazione rivolte alla cittadinanza a favore del rispetto dei diritti di tutti gli animali;

j. Ampliamento poteri giurisdizionali di polizia giudiziaria della guardie zoofile finalizzate alla salvaguardie di tutti gli animali; ampliamento dei poteri delle guardie zoofile ad oggi limitati solo agli animali d’affezione;

k. Proposta legislativa volta all’abolizione totale della caccia nei confronti ogni specie animale;

l. Attuazione di procedure/normative finalizzate alla prevenzione dell’inquinamento ed alla salvaguardia del sottosuolo nei cantieri della TAV Torino –Lione e Terzo Valico;

m. Incentivazione ZOO senza utilizzo animali;

n. Estensione del 30 % delle aree protette del territorio regionale;

o. Riconversione aree industriali dismesse ed abbandonate

Infermieri

  • detassazione totale quinquennale delle imposte regionali sugli emolumenti derivanti dalle ore di lavoro “ straordinario “/ extra

Contrasto all’antisemitismo ed all’omofobia

  • Proposta di legge regionale contro l’OMOTRANSFOBIA: prevenire discriminazioni e violenze determinate a causa dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere delle persone, e dall’altro per mettere in campo politiche attive di supporto alle vittime con finalità di reinserimento sociale e di contrasto all’emarginazione. Nell’ambito delle competenze che la Costituzione attribuisce alle Regioni, in attuazione degli obblighi derivanti dai diritti fondamentali contenuti nella prima parte della Costituzione e dagli obblighi derivanti dal diritto sovranazionale, la tutela delle persone che sono esposte a un forte rischio di discriminazione e violenza in base a due specifici fattori: l’orientamento sessuale e l’identità di genere. A fronte di un quadro nazionale lacunoso in merito ad azioni specifiche di contrasto alle discriminazioni e di assenza di una normativa penale specifica le Regioni hanno avviato da tempo, nell’ambito delle loro competenze, un percorso di attuazione degli obblighi derivanti dal diritto sovranazionale, che impongono il riconoscimento e una tutela per condizioni personali come l’omosessualità, la bisessualità, la transessualità che sono a forte rischio di discriminazione;
  • Proposta di legge regionale contro l’Antisemitismo e l’ Antisionismo: a seguito della Dichiarazione del Consiglio dell’Unione Europea ,data 6 Dicembre 2018, relativa alla lotta contro l’antisemitismo e allo sviluppo di un approccio comune in materia di sicurezza per una migliore protezione delle comunità e delle istituzioni ebraiche in Europa, strutturare una legge regionale che riguardi i seguenti ambiti:
  • Adottare e attuare una strategia regionale per prevenire e contrastare tutte le forme di antisemitismo ed antisionismo in materia di prevenzione del razzismo, della xenofobia, della radicalizzazione e dell’estremismo violento;
  • Adottare misure adeguate contro i reati generati dall’odio e l’incitamento alla violenza o all’odio nei confronti degli ebrei;
  • Utilizzare il sostegno finanziario fornito dagli strumenti finanziari dell’Unione europea per la protezione degli spazi pubblici;
  • Promuovere l’istruzione in materia di Olocausto e sul ruolo delle istituzioni e comunità ebraiche e dei cittadini ebrei nell’Europa di oggi;
  • Introdurre formazioni su tutte le forme di intolleranza, razzismo e reati generati dall’odio, in particolare i pregiudizi e i reati generati dall’odio di carattere antisemita, nei programmi dei corsi scolastici, nella formazione professionale nonché per gli operatori del settore della sicurezza e della giustizia, così come nei programmi dei corsi di integrazione;
  • rafforzare il sostegno a favore del lavoro interculturale e interreligioso con il coinvolgimento delle comunità e istituzioni ebraiche, e a incoraggiare in particolare lo scambio tra bambini e giovani di fedi e contesti diversi;
  • Responsabilità sociale delle imprese: ferme restando le norme statali e regionali in materia di divieto di discriminazione nei luoghi di lavoro, sensibilizzare le aziende operanti sul territorio regionale affinché si dotino delle certificazioni di conformità agli standard di responsabilità sociale;
  • Istituzione di un osservatorio regionale sull’antisemitismo ed l’antisionismo: istituire, presso la struttura regionale competente, un osservatorio sulle discriminazioni e le violenze derivanti forme di intolleranza, razzismo e reati generati dall’odio, in particolare i pregiudizi e i reati generati dall’odio di carattere antisemita ed antisionista.

EDISU

BORSE DI STUDIO:

  • Aumento del 15% del TOTALE VALORE BORSA per gli studenti in Sede;
  • Aumento del 10% del TOTALE VALORE BORSA per gli studenti Pendolari 

Trasporto Locale:

  • Agevolazioni per la mobilità giovanile: La Legge Regionale sul Trasporto Pubblico prevede che gli Enti locali possano individuare eventuali beneficiari di agevolazioni tariffarie, definendone le relative condizioni e modalità, con costi a carico dei propri bilanci. La stessa Legge sancisce che oltre agli Enti locali anche la Regione provveda, per le proprie finalità, ad individuare eventuali beneficiari di agevolazioni tariffarie mediante deliberazione della Giunta Regionale che ne definisce i criteri di concessione, le modalità per usufruirne e risorse da stanziare per coprire i relativi costi. In merito si propone di riconoscere il diritto a viaggiare gratuitamente , per gli studenti universitari dai 18 ai 25 anni con ISEE universitario pari o inferiore a 23.253 euro e l’ISPE non superiore a 50.550 euro, sui servizi di trasporto pubblico di linea e sul servizio ferroviario regionale;

Ricerca Medica

  • Creazione di un fondo regionale, finalizzato al supporto dell’internazionalizzazione dei progetti ricerca, in ambito medico, con lo Stato d’Israele. Finalità:
    • Supporto nella costruzione di partnership con ospedali e centri di ricerca israeliani;
    • Copertura del 30 % dei costi nell’acquisto di tecnologia dallo Stato d’Israele;
    • Copertura del 15% dei costi dei trasferimenti, sostenuti dai ricercatori/medici, in merito ad eventi, conferenze, meeting internazionali in cui esporre le progettuali create sul territorio piemontese;
    • Copertura del 60% dei costi di progettazione, sperimentazione ed messa in opera concernenti le progettuali intraprese nell’ambito di un partenariato scientifico con ospedali e centri di ricerca medica israeliani.